Otto per mille

L’OTTO PER MILLE ALL’UNIONE BUDDHISTA ITALIANA

LOtto per Mille  è uno strumento introdotto con legge nel 1985 con il quale lo Stato italiano ripartisce, in base alle scelte dei contribuenti, una quota, nella misura dell’otto per mille appunto, delle imposte che i contribuenti stessi annualmente versano e che vede come beneficiari lo Stato medesimo e le diverse confessioni religiose. Tra di esse, dal 2013, vi è anche l’Unione Buddhista Italiana, di cui l’Associazione per la Meditazione di Consapevolezza, A.Me.Co., è Centro associato.

È dunque possibile, attraverso la propria dichiarazione dei redditi (o in assenza della dichiarazione dei redditi, come per i pensionati, all’interno del CUD), firmando nell’apposita casella, scegliere di destinare l’Otto per Mille all’Unione Buddhista Italiana e sostenere così il Buddhismo, la pratica meditativa, i Centri di Dharma e la realizzazione di progetti a carattere sociale, culturale, umanitario, assistenziale e di sostegno al culto, in favore del benessere e della felicità di tutti nello spirito del Dharma.

Scegliendo di destinare l’Otto per Mille all’Unione Buddhista Italiana (UBI), si avrà la certezza che questo bene comune verrà utilizzato in modo chiaro e trasparente, attraverso  azioni che si riconoscano nei valori comuni della solidarietà, della cultura, del sostegno al Dharma e della compassione.

La firma per la destinazione dell’Otto per Mille a favore dell’Unione Buddhista Italiana costituirà un gesto di enorme importanza anche nei confronti di tutti i Centri associati, tra cui l’A.Me.Co., che da tantissimi anni, in un clima di crescente collaborazione,  si impegnano con devozione, ma anche con immensi sacrifici, affinché quante più persone possibile possano conoscere, studiare e praticare il Buddhismo e la meditazione.

L’attuale situazione economica dell’Unione Buddhista Italiana non consente di sostenere le spese necessarie a diffondere un’adeguata campagna informativa. Vi chiediamo perciò di divulgare quanto più possibile la notizia circa la possibilità di destinare l’Otto per Mille all’Unione Buddhista Italiana ad amici e parenti. Il vostro aiuto anche in questo senso sarà prezioso.

Desideriamo comunicare che se si desidera sostenere l’A.Me.Co., che da ormai trent’anni, con impegno crescente ma anche con immensi sacrifici si adopera affinché quante più persone possibile possano conoscere, studiare e praticare il Buddhismo e la meditazione, potete anche dare il vostro prezioso contributo iscrivendovi all’Associazione con la qualifica di Socio Membro o Socio Sostenitore e facendo donazioni volontarie. Le quote associative e le donazioni, fino ad oggi, hanno costituito e costituiscono un imprescindibile aiuto per la vita stessa dell’A.Me.Co.

Tenete conto che i fondi provenienti dall’Otto per Mille che lo Stato attribuirà all’UBI non verranno da questa distribuiti “a pioggia” ai Centri Associati, bensì attribuiti sulla base di progetti specifici. Questo, ovviamente, richiederà un ulteriore dispendio in risorse umane ed economiche per la preparazione, presentazione e poi gestione del progetto, ed infine per la sua rendicontazione.

Infine desideriamo chiarire che è possibile scegliere sia di devolvere l’Otto per Mille a una confessione religiosa, o allo Stato, sia il Cinque per Mille a un ente di cui si condividano gli obiettivi. Infatti il Cinque per Mille è una forma di finanziamento che sostiene un diverso tipo di enti, a carattere non confessionale, come organizzazioni di volontariato, ricerca sanitaria, attività di tutela dei beni culturali, e così via.

LE OPERE SPIRITUALMENTE MERITORIE (Itivuttaka, 22)

O praticanti, non abbiate paura delle opere spiritualmente meritorie: esse non sono altro che un’espressione della felicità, di ciò che è gioioso, piacevole, caro e amabile. ..

Si eserciti l’azione spiritualmente meritoria, ché porterà una durevole letizia. Si nutra la generosità, un’esistenza equilibrata e una mente di gentilezza amorevole: sviluppando e coltivando queste tre condizioni, fonti di felicità, il saggio rinasce in un mondo felice e privo di inquietudini.

Vi ringraziamo di cuore per la solidarietà e l’aiuto che ci darete apponendo la vostra firma e diffondendo l’invito a sostenere la pratica del Dharma e i valori universali insegnati dal Buddha.

Il Consiglio Direttivo dell’Associazione per la Meditazione di Consapevolezza e gli Insegnanti Guida Corrado Pensa e Neva Papachristou