• English

Associazione per la Meditazione di Consapevolezza Vipassanā

Vicolo d'Orfeo, 1 - 00193 Roma (RM) - a 200 metri da San Pietro - tel (+39) 06 6865148

Otto per mille

L’Otto per Mille è uno strumento con il quale lo Stato italiano destina una parte delle imposte che incassa dalle dichiarazioni annuali dei redditi a scopi che ritiene meritevoli. Tali scopi possono essere perseguiti o direttamente dallo Stato, oppure attraverso una gestione indiretta da parte delle Confessioni religiose con le quali lo Stato ha stipulato delle Intese, versando a ciascuna di esse la rispettiva quota assegnata dai cittadini tramite la propria dichiarazione reddituale.

Si ricorda che l’Unione Buddhista Italiana – di cui l’AMeCo è Centro associato – rientra tra le Confessioni religiose cui è possibile destinare la propria quota dell’Otto per Mille. L’UBI ha infatti stipulato l’Intesa con lo Stato Italiano nel 2013.

È necessario fare particolare attenzione: infatti, all’interno della griglia predisposta per apporre la propria firma atta a destinare l’otto per mille, è stato inserito anche l’Istituto Buddhista Italiano Soka Gakkai (IBI SG). Per facilitare la scelta si invita ad osservare attentamente il fac-simile riprodotto qui in basso:

Chiediamo di divulgare quanto più possibile ad amici e parenti la notizia circa la possibilità di destinare l’Otto per Mille all’Unione Buddhista Italiana. Inoltre, poiché i meccanismi burocratici potrebbero ingenerare confusione, si specifica che è possibile scegliere, in una stessa dichiarazione dei redditi, di devolvere sia l’Otto per Mille ad una Confessione religiosa (come ad esempio l’UBI), sia il Cinque per Mille ad un ente a carattere non confessionale (come ad esempio Emergency, Medici senza Frontiere, AIRC, ecc.). Si desidera anche chiarire che  l’AMeCo NON rientra tra gli enti cui può essere devoluta la propria quota di Cinque per Mille, la quale è una forma di finanziamento che sostiene enti come organizzazioni di volontariato, ricerca sanitaria, attività di tutela dei beni culturali, e altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale.

In considerazione del prolungarsi della pandemia e della situazione di sofferenza per tante persone e a diversi livelli  l’A.Me.Co. non si è mai stancata di continuare ad offrire occasioni di pratica e di ascolto di moltissimi insegnanti e studiosi di Dharma. La vostra firma sulla casella Unione Buddhista Italiana è stata sempre importante, ma adesso è veramente fondamentale. Infatti senza le numerose firme apposte dai contribuenti a favore dell’Unione Buddhista Italiana come destinataria dell’8X1000, l’UBI stessa non avrebbe potuto e non potrebbe sostenere l’A.Me.Co., gli altri Centri associati e le tante realtà sociali, umanitarie e culturali che a causa del Covid si sono trovate in gravissime condizioni economiche. Siamo felici di informarvi che nel 2020 l’Unione Buddhista Italiana ha stanziato ben quattro milioni di euro per l’emergenza sanitaria. E grazie alle preferenze ricevute nel 2020 l’UBI, nel 2021, ha destinato 9,5 milioni di euro a 60 progetti umanitari, a 90 organizzazioni del Terzo Settore e a 120 enti culturali. Realtà che lavorano per l’educazione, l’ecologia, la dignità e il lavoro. A favore di un mondo sostenibile e di una consapevolezza sempre più diffusa.  Ed è per questo che ringraziamo sentitamente tutti coloro che hanno scelto di destinare l’8X1000 all’Unione Buddhista Italiana e il Direttivo dell’UBI che, lavorando con totale dedizione e responsabilità, si è impegnato per destinare i fondi ricevuti al bene comune. Grazie ai fondi erogati dall’Unione Buddhista Italiana l’Associazione per la Meditazione di Consapevolezza ha potuto offrire dal mese di marzo 2020  moltissime iniziative aperte a tutti sulla propria pagina Facebook e altrettante, rivolte ai propri Soci, sulla piattaforma Zoom. E tutto ciò senza chiedere alcuna quota di partecipazione ma invitando, chi poteva, a fare una donazione, permettendo così a tantissime persone di godere della luce del Dharma. Ed è per questo che rinnoviamo il nostro caldo invito a destinare, anche nella prossima dichiarazione dei redditi, l’Otto per Mille all’Unione Buddhista Italiana.

Grazie alle vostre firme potremo continuare a sostenere tutte le persone che desiderano coltivare il cammino interiore, attraverso le nuove modalità offerte dalla comunicazione telematica. Proprio grazie ad esse è possibile diffondere il Dharma riuscendo a mantenere vivo e costante il contatto con le molte persone interessate, non solo in tutta Italia ma anche all’estero.

Lo abbiamo già fatto, ma desideriamo esprimere nuovamente la nostra commozione nel constatare che la comunità dei praticanti dell’A.Me.Co. è molto cresciuta e non solo numericamente, ma anche nella capacità di gratitudine, unità e fiducia nel cammino interiore. E tutto questo malgrado le enormi difficoltà e gli impedimenti che hanno caratterizzato questo ultimo anno trascorso insieme, un anno in cui la pandemia ci ha obbligati al distanziamento e, alle volte, anche all’isolamento, ma che ci ha comunque donato la grazia di sentirci abbracciati, riscaldati e protetti dalla vicinanza di ognuno.

Si ringrazia di cuore per la solidarietà e l’aiuto che verrà dato a tantissime realtà apponendo la firma nella casella dell’Unione Buddhista Italiana.

Il Consiglio Direttivo dell’Associazione per la Meditazione di Consapevolezza e gli Insegnanti Guida Corrado Pensa e Neva Papachristou